L’Anconetta, dove si trova il ristorante «Al Borgo», è al di là del Ponte della Vittoria, a pochi minuti a piedi dal centro di Belluno, sulla strada che sale verso il colle del Nevegàl, nei pressi di quella che fu la villa di Dino Buzzati, il grande scrittore e pittore bellunese.
Il ristorante ha sede in un’antica villa settecentesca: era ridotta a poco più di un rudere quando fu acquistata, all’inizio degli anni Settanta, da Flora Battiston e Giuliano Viel. Dopo quattro anni di lavoro fu aperta al pubblico nel 1979 come albergo-ristorante.
Da sempre, in cucina, vengono utilizzati prodotti del territorio, anche di produzione propria (verdure, patate e animali da cortile). L’incombenza è di Giuliano, che cura personalmente anche tutta la filiera dei “gioielli” del Borgo: salami, pancette, ossocollo, prosciutto. In sala la regia è nelle mani di Luca Viel, sommelier professionista, che organizza anche la cantina fornita di più di 300 etichette.